venerdì 10 giugno 2016

A caccia di orchidee spontanee

Sabato 04 Giugno 2016



Una escursione programmata per una mattina, un sabato a caccia di orchidee, in compagnia di un amico appassionato di foto naturalistiche, molto esperto, competente in materia ma soprattutto un gran fotografo!! 

Sulle nostre colline, qua vicino, poco fuori dl Parco Naturale della Lessinia,
in un prato apparentemente come tanti altri, la magia delle orchidee spontanee, in particolare la Ophrys apifera che non avevo mai visto prima!! 
Bellissima!!! Sono rimasto impressionato dalla sua bellezza ed eleganza, ma anche dalle sue dimensioni e dalla sua fragilità.
A dire il vero, avendo visto qualche scatto, me l'aspettavo più grande,  se non stai attento è proprio facile calpestarle!
A completare la giornata, la fortuna mi ha premiato con qualche piccolo amico in posa per me!!






Per cominciare, ecco alcune Anacamptis pyramidalis.



Un altro scatto, Anacamptis pyramidalis




Una farfalla riposa su Anacamptis pyramidalis.



Questa invece dovrebbe essere una Gymnadenia conopsea.



Ecco la star della giornata, Ophrys apifera.



Di seguito altri scatti di Ophrys apifera.


Dettaglio di Ophrys apifera, la trovo veramente bella!


Altre inquadrature per mettere in risalto questo bellissimo fiore.


Ecco qualche altro bellissimo soggetto in posa per me.


In accoppiamento...





Ritorniamo sulla bellissima Ophrys apifera.






Nella "miniera" così Sergio ha battezzato questo prato, anche diverse Himanthoglossum adriaticum.



Davvero particolare questa orchidea, sicuramente difficile da fotografare.



Spero di essere riuscito a fare qualche bella foto!



Ecco un dettaglio della Himanthoglossum adriaticum.


martedì 3 maggio 2016

25 Aprile al forte di S.Briccio.



Festa della Liberazione al forte.

In occasione della festività nazionale, si è svolta al forte di San Briccio tirato a lucido per l'occasione, una manifestazione per ricordare le guerre, i caduti e tutti coloro che hanno dato la loro vita per l'unità della nostra patria, ci sono stati alcuni momenti toccanti con le testimonianze di chi ha vissuto quei momenti terribili.
E' stato riposizionato il nome originale del forte con la riproduzione fedele dei caratteri e del materiale usato a suo tempo, il bronzo.